THE INFLUENCER

da giovedì 10 a domenica 13 gennaio 2019
ore 21.00 (dal giovedì al sabato); ore 18.00 (domenica)


uno spettacolo di Daniele Marino
produzione Rena Libre Compagnia

l protagonista è un ragazzo di trent’anni che vive il lutto per la prematura scomparsa del suo cane, un bull terrier di nome Chucky. Dopo il funerale il ragazzo è nella sua stanza immerso nei ricordi comprendendo il grande valore che ha avuto quel cane nella sua vita. Un amico che non vede da tempo gli fa visita e per allontanare la tristezza, il ragazzo gli mostra una maschera di gomma di un bull terrier che aveva comprato tempo prima per giocare con il suo amato Chucky. L’amico, divertito, chiede al ragazzo di indossarla e gli scatta una foto postandola subito sui social. La reazione che ricevono da questo post sarà immediata e capiscono lentamente la vera portata di questo semplice gesto. Gli utenti risponderanno sempre di più. L’uomo-cane diventa man mano una vera e propria icona del web incarnando le passioni e i dolori di chi ha posseduto un amico a quattro zampe. Verranno pian piano contattati da associazioni animaliste, brand, case di moda, che vorranno l’immagine dell’uomo-cane per pubblicizzare le proprie ideologie e i propri prodotti. Comincerà per i due amici un escalation di popolarità virtuale inaspettata.

In quest’epoca votata ai social e alla comunicazione virtuale la nuova produzione Rena Libre Compagnia prova ad interrogarsi su quale sia la direzione intrapresa con l’avvento di questa nuova forma di interazione con il reale. Crediamo che si sia arrivati ad un punto di non ritorno. Un punto limite che ci spinge dritti verso un futuro profetizzato solo da grandi capolavori del cinema e della letteratura. Come influisce il superamento di questo limite sui giovani? Come incide tutto questo sull’autostima personale? Chi sono i nuovi “eroi” di questo mondo? E’ ancora tracciabile un confine tra vita reale e vita virtuale? Provando a rispondere a queste domande e a crearne di nuove attraverso il filtro della scena, The influencer, getta un amo nella miriade di contraddizioni che queste nuove pratiche hanno creato e come hanno modificato i nostri stili di vita e di percezione della realtà che ci circonda. Oggi, sempre di più, facciamo esperienza delle cose attraverso uno schermo, “da fermi”, per così dire. Viaggi, eventi, ricorrenze, spesso vissute nel vissuto di altre persone che ce le raccontano via web. Questo meccanismo talvolta allucinante ci porta a riflettere sul fatto che questa nuova forma di condivisione delle esperienze umane non è finalizzata purtroppo a farne davvero esperienza. Solo i numeri contano, numeri virtuali che appagano il nostro ego senza lasciarci intravedere realmente altre strade possibili di scelta. In un mondo che corre e rincorre sempre più velocemente il raggiungimento di uno status sociale. Cosa mostro agli altri di me? Che “personaggio” costruisco da consegnare al popolo del web? Cosa è reale e cosa è solo immaginario? In The influencer sono proprio questi nuovi personaggi a prendere la scena.