LE FOLLIE DI DON FAUSTO

da martedì 26 febbraio a domenica 3 marzo 2019
ore 21.00 (dal martedì al sabato); ore 18.00 (domenica)


drammaturgia e regia Vittorio Passaro
con Aurelio De Matteis, Vittorio Passaro, Marco Serra, Francesco Saverio Esposito, Laura Pagliara, Simona Pipolo, Francesco Rivieccio
produzione Compagnia MiST

La storia di Don Fausto è quella di un giovane medico che ha in cura quattro pazienti; un giovane che vede la vita a modo suo, con un pizzico di poesia e un goccio di follia. Così come l’omonimo protagonista de “La tragica storia del Dottor Faust” di Marlowe e come il “Faust” di Goethe, parodiati a loro volta ne “Il Don Fausto” di Petito, così il nostro Don Fausto, con la sua estrema voglia di conoscenza e di condivisione della stessa, viene creduto pazzo. Un gruppo di quattro medici anch’essi un po’ strambi, tentano di risanarlo dalla sua follia, con una tecnica innovativa: la teatro-terapia applicata miratamente alla follia specifica del paziente. Proveranno dunque a far rivivere a Fausto le stesse vicissitudini che subiscono gli omonimi creati dagli autori sopraelencati, facendogli così incontrare gli stessi svariati personaggi, ma ben più affini alla sua bizzarria.

Da un Mefistofele che si cimenta in giochi di magia coinvolgendo il pubblico in sala, ad una strega con un incanto particolare: chiunque al suo cospetto non può far a meno di parlare cantando. Verrà poi catapultato in un night anni ’30, con camerieri sgangherati e dei commensali ancor più bizzarri, pupazzi a grandezza naturale mossi dal proprietario del locale, per poi incontrare anch’egli la sua versione di Margherita, che lo farà innamorare “follemente” di sé, ma senza usare neanche una parola. Il vortice gira fino a riportarlo nei meandri della propria mente, lì dove la sua follia è rinchiusa, prigioniera (e chissà se sia meglio liberarla o tenerla in catene).